Archivio Mensile:dicembre 2009

8 944

Un pochino ci ho pensato, prima: di carattere sono già abbastanza saccente senza bisogno di esercitarmi in uno spazio tutto mio. Da qualche tempo, poi, sto sempre sul web: magari così è troppo. Ritengo di poter dire cose interessanti sì ma…  è una mia convinzione :-)

Nemmeno ho pensato: ce l’hanno tutti, perché io no? Voglio dire, non ho nemmeno la patente se è per questo, o la cravatta, o la carta di credito.

Per di più, non sono specializzato proprio in niente. Poco più che un conoscitore, direi. Di web (non troppo), di arte (un po’ di più) di libri (il giusto) di locali serali e notturni (abbastanza) di musica indie (così così) di pulizia delle spiagge (mmmh) di ghost writing (parecchio) di politica e così via fino ai sacchetti degli aspirapolvere Rowenta….

Pensa e ripensa, una delle tante vocine nella mia mente ha detto “se ti va di farlo, che sarà mai, cosa credi che la gente ti aspetti al varco? E chi sei? Saramago?”

E un’altra vocina (ve l’ho detto che sono tante): “a gennaio esce il tuo romanzo, potresti usare un blog per far pubblicità”  :-)

Vocina dopo vocina, mi hanno convinto. Si trattava infine di sgonfiare un po’ l’ego del sottoscritto e darsi delle regole. Queste:

1) cercherò di non somigliare a quel me stesso che, tra qualche decina d’anni, darà bastonate ai cofani delle automobili parcheggiate in doppia fila;

2) inserirò un po’ di cose che ho scritto nel corso degli anni. Versi o prose che per una serie di motivi non voglio provare a pubblicare su carta.

3) parlerò male di certe persone, che so, di Berlusconi, ma tratterò simili argomenti con moderazione.

4) sarò sincero e trasparente. Sono convinto si possa esserlo sul web, spesso più che nella realtà.

Ok?

Ciao a tutti, PaMarasca